Vintage spot – Cosa c’è dietro a… “L’uomo Del Monte ha detto sì”


A gennaio 2012 è ufficialmente morta la mia TV. Compagna fin dell’infanzia di pomeriggi spensierati pieni di cartoni animati con intermezzi di buffi pupazzi parlanti, telefilm con risate registrate e consigli per gli acquisti (per dirla alla Mike Bongiorno), un giorno ha smesso di funzionare. La lucina rossa non si è più accesa.


Da quel gennaio 2012 sopravvivo grazie a libri, giornali, fumetti, ma soprattutto grazie a internet, che ha sostituito il vecchio televisore offrendomi in streaming o in replica quasi tutte le stesse cose tra cui potevo fare disinvoltamente zapping con il telecomando.
Sono lontani i tempi in cui per comandare bastava avere stretto in mano il proprio telecomando, come diceva Renzo Arbore nella sigla di Indietro Tutta. Oggi hai bisogno di un mouse o un trackpad o uno smartphone o un tablet e per forza di una connessione decente….
E proprio la nostalgia mi ha fatto venir voglia di rivivere quei tempi in cui il tubo catodico era il principe della dieta mediatica degli italiani. Allora ho deciso di dedicare una serie di post che chiamerò “Vintage Spot” alle vecchie pubblicità degli anni Ottanta e Novanta, vere protagoniste fin dagli albori della TV: per non dimenticarli, per sentirmi ancora come quando avevo vent’anni in meno, per sorridere rendendomi conto di quanto le cose siano cambiate….


Con quale spot ho deciso di inaugurare questa serie di Vintage Spot?

L’uomo Del Monte ha detto sì.

 

Sempre elegante, raffinato, di bianco vestito e, nonostante le temperature equatoriali, mai bagnato da una sola goccia di sudore, è l’uomo Del Monte.

Una volta all’anno passa nel suo campo di ananassi ornato dal cappello in stile spacciatore colombiano per scorticare uno degli ananassi, addentarlo con tanto di buccia e dare un cenno mortalmente affermativo all’uomo sulla torretta, che a sua volta dà il via a un vero e proprio disboscamento industriale con miriadi di camion e macchinari che potrebbero distruggere in pochi minuti ciò che rimane della foresta amazzonica. Tutto questo per assicurarsi che l’intera piatagione di ananassi nel giro di sole 24 ore venga gustosamente rinchiusa nel barattolino di latta con il marchio Del Monte.

Perchè Del Monte sceglie il meglio per te.

P.S. Per anni ho creduto che fosse l’uomo del monte minuscolo, cioè l’uomo che viene dal monte…non avevo capito da piccolo che fosse maiuscolo e si riferisse la marca. Ma ero proprio piccolo ai tempi….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...