Saper dire di no alle escort già a 10 anni. Il caso di LinkedIn


Proprio pochi giorni fa ricevo una mail da LinkedIn che mi ricorda il decimo compleanno del social network, con annesso video celebrativo.

Di ieri invece la notizia che LinkedIn ha deciso di aggiornare le proprie clausole  invitando esplicitamente i suoi iscritti a non creare profili o pubblicare contenuti che promuovano servizi di escort e prostituzione, anche se nel proprio Paese queste attività sono legali. Insomma, non ha voluto nemmeno aspettare la “maggiore età” per fare chiarezza in merito al proprio orientamento in materia di sesso. Precoce?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...