Archivi tag: blog

Chi sono i Foodblogger? Lo scopriamo alla BlogFest grazie al panel “Professione Foodblogger” [VIDEO]

Dopo un periodo di latitanza (giustificata) dal blog, torno a scrivere per condividere la mia esperienza alla BlogFest. Quest’anno ho avuto la grande soddisfazione di essere chiamato come relatore all’interno della tavola rotonda Professione FoodBlogger.

Un momento di incontro davvero bello: un confronto rilassato e costruttivo tra alcune notissime food blogger con storie e percorsi molto diversi tra loro e due aziende molto attente a questo mondo. Io ho dato il mio contributo spiegando il punto di vista delle agenzie di comunicazione: come scelgono i blogger, che cosa si aspettano da loro e che tipo di collaborazione è possibile (e auspicabile) costruire. Ma visto che tutta la tavola rotonda è stata registrata, perchè sprecare altre parole? Basta rivedere il video.

Chi ha partecipato alla tavola rotonda: Francesca D’Agnano (foodblogger Singerfood), Francesca Gonzales (foodblog Spadelliamo insieme, co-conduttrice “The Cooking”, Real Time), Sara Roletto (Resp. Marketing Lenti), Cristina Scateni (food writer Dissapore e Digital Strategist di Eidos), Petra Schrott (Direttore Marketing di Sodastream Italia), Paola Sucato (blogger). Moderatrice: Chiara Montera (The Fish is on the table).

“Io Azienda, tu Blogger” Tavola rotonda Blogger Meet Brand @FashionCamp_it

tarzan-y-jane-2

Nel titolo prendo spunto con ironia dalla famosa frase “Io Tarzan, tu Jane” per riferirmi a due mondi: quello dei blog e quello dei brand. I protagonisti della storia di Edgar Rice Burroughs, trovandosi di fronte, si guardano e si studiano con curiosità. Nello stesso modo aziende e brand si avvicinano, si incontrano e collaborano,  talvolta con serenità, talvolta con un po’ di diffidenza. Non sempre infatti è chiaro chi si abbia davanti, il linguaggio che l’altro parla e che cosa ci si possa aspettare reciprocamente. L’occasione per conoscersi meglio e parlare in modo informale e costruttivo è alle porte e da segnare in agenda: sabato 8 giugno dalle ore 14 alle 15.30 al Fashion Camp ci sarà infatti la tavola rotonda Blogger Meet Brand.

Ho la fortuna di essere parte del panel in rappresentanza di Ketchum e di poter cogliere l’occasione per discutere con blogger, aziende e altre agenzie di comunicazione. Ci sono tante domande infatti che chi vive in questo settore si fa, non sempre la risposta è così immediata e talvolta le opinioni sono contrastanti. I “se”, i “ma”, i “dipende” sono numerosi.

Arianna Chieli, fondatrice e organizzatrice del Fashion Camp, ha già anticipato nel post dedicato alla tavola rotonda alcune questioni davvero “calde”: il blogging può essere ancora visto come un passatempo? Come ci si evolve da dilettanti a professionistiI post si pagano? Quanto vale invece il baratto? Come possono i brand scegliere al meglio i loro testimonial? Da cosa si misura un digital influencer?

Vedendo l’elenco completo dei membri del panel sono sicuro che questo sarà un appuntamento molto interessante, vale la pena trovare un posto nella propria agenda.

 

Valeria Marini food blogger per un giorno: la ricetta afrodisiaca

Mi è già capitato di parlare di Valeria Marini e di come la sua conturbante personalità viva anche online. Ma non sapevo però che avesse un blog. E non immaginavo che su tale blog avrebbe potuto improvvisarsi – lo so sto esagerando – “food blogger” e proporre il suo piatto forte dalle – perlomeno vantate – proprietà afrodisiache e dal nome molto meno ambizioso: Farfalle alla Ghiottona.

Come si presenta il piatto preparato da Valeriona nella cucina della Parodi? Eccolo qui sotto! Meritevole di una visita il blog http://valeriamarininewblog.com, capace di stupire per il design sobrio ed elegante.

Farfalle alla ghiottona – Ricetta “stellare” di Valeria Marini

Il nuovo MySpace ce la farà? L’ennesimo ibrido tra blog e social network

Ce la farà Justin Timberlake a riportare alla luce il social network ormai completamente spodestato da Facebook e Twitter?

L’unica certezza, in cui si rispecchia anche il nuovo MySpace – è la tendenza generale a creare nuove piattaforme ibride tra blog – troppo time spending da alimentare per un normale utente che dopo poco tempo si stufa- e i social network – veloci da aggiornare perchè sono sufficienti brevi update di status per animarli in modo efficace e che si arricchiscono facilmente di contenuti,video e immagini presi dalle fonti più disparate -. Un esempio di questa tendenza? Medium, creato dai due co-fondatori di Twitter, Evan Williams e Biz Stone.

Mamme: il target ideale della rete?

Tanti numeri, tanti dati…ma il succo è che chi ha tra i 18 e i 34 anni e le mamme più facilmente seguono i brand sui social media e vengono influenzati nelle scelte d’acquisto da post letti su qualche blog. Forse nulla di particolarmente sbalorditivo. In ogni caso, può sempre tornare utile questa infografica.

Meglio la mamma o il papà (online)? Un’infografica risponde

Meglio i papà o le mamme sui social network? A quanto risulta dai dati di questa infografica realizzata da Onlineschools.com i papà hanno la meglio:

  • hanno più amici online rispetto alle mamme
  • più di frequente hanno come amici i figli sui social network
  • passano più tempo con i loro figli online

Dopo il boom delle mamme blogger, arrivano alla carica i papà insomma.

La parodia dei Food pornographer? Eat It Don’t Tweet It

Il sound così anni Ottanta mi ha conquistato…non penso ci sia bisogno di altri commenti per Eat It Don’t Tweet It. Devo ringraziare Mashable per avermelo fatto scoprire.

Infografica. Pinterest: quando il pin equivale a un acquisto

Sul blog non ufficiale di Pinterest leggo questo interessante post relativo a una ricerca dedicata al nuovo social network delle bacheche. Cosa emerge di interessante? Su Pinterest più di 1 utente su 5 ha acquistato un prodotto che aveva pinnato in precedenza.

Al di là del fatto che uno poi un prodotto lo compri online o meno, rimane il fatto che in genere se uno pinna una cosa la desidera. E come al solito, ecco un’infografica che ripercorre i risultati dello studio.

La rivista Saveur pubblica i vincitori del 2012 Best Food Blog Awards. Ecco i migliori food blog

La rivista americana Saveur per il terzo anno ha pubblicato i risultati  del 2012 Best Food Blog AwardsOltre 16 categorie, alcune abbastanza tradizionali, altre invece un po’ più originali e insolite. Quelle che mi hanno incuriosito di più sono:

  • BEST CELEBRITY FOOD BLOG, il vincitore è David Lebovitz, però compare anche il nome di  Gwyneth Paltrow
  • BEST FOOD HUMOR BLOG, vale la pena dare un’occhiata a tutti i finalisti
  • BEST COCKTAIL BLOG, in cui vince This girl walks into a bar 

Ecco qui sotto tutti i vincitori e i fanalisti, con tutti i link a portata di click.

BEST COOKING BLOG

WINNER: Lottie + Doof

FINALISTS
Cookie and Kate
palate/pallette/plate
Seven Spoons
Big Girls, Small Kitchen
The Year in Food

 

 

BEST BAKING & DESSERTS BLOG

WINNER: Butter Me Up Brooklyn

FINALISTS
Chasing Delicious
Joe Pastry
Willow Bird Baking
Sprinkle Bakes
Poires au Chocolat

 

 

BEST SINGLE RECIPE, SWEET OR SAVORY

WINNER: Joy the Baker: Double-Battered Apple Doughnuts

FINALISTS
Kiran Tarun: Paneer Tikka Pizza
Luxiare: Crispy Penne
Eat Make Read: Zucchinitini
Food in Jars: Quince in Spiced Chai Syrup
Lucillian Delights: Polenta Tart with Lime

 

 

BEST FOOD PHOTOGRAPHY

WINNER: Gastrofotonomia

FINALISTS
La Buena Vida
Pratos e Travessas
Not Without Salt
Seven Spoons
Sunday Suppers

 

 

BEST SINGLE FOOD PHOTO

WINNER: What Katie Ate: Pearl Barley and Puy Lentil Salad

FINALISTS
Seattle Food Geek: Pickled Tomatoes
Licking the Plate: Blood Orange Rind
Pratos e Travessas: Purple Garlic
Call Me Cupcake: Birthday Cakes
Orangette: Morning Biscuits

 

 

BEST SINGLE FOOD VIDEO

WINNER: Kitchen Vignettes: Baba Au Rhum

FINALISTS
Rick Mereki: EAT
Leaf: Avocado, Shrimp & Endive Salad
Tiger In A Jar: Mulled Apple Cider
The Kitchy Kitchen: S’Meaches
The Perennial Plate: Mississippi Hand Grabbing

 

 

BEST WINE OR BEER BLOG

WINNER: Pete Drinks

FINALISTS
Wine Diarist
Dr. Vino
Good Wine Under $20
Vinography
Cruisin’ for a Brewsin’

 

 

BEST COCKTAIL BLOG

WINNER: This Girl Walks Into a Bar

FINALISTS
There Will Be Bourbon
12 Bottle Bar
The Five O’Clock Cocktail Blog
Alcademics
Jeffrey Morgenthaler

 

 

BEST CULINARY TRAVEL BLOG

WINNER: Istanbul Eats

FINALISTS
Trail of Crumbs
The Mija Chronicles
Eatori
New World Review
Paris by Mouth

 

 

BEST REGIONAL CUISINE BLOG

WINNER: She Simmers

FINALISTS
Hungry Sofia
Muy Bueno Cookbook
Taste of Beirut
Jun-Blog
Farmette

 

 

BEST PIECE OF CULINARY WRITING

WINNER: Cafe Fernando: My Chez Panisse Experience

FINALISTS
Food Woolf: Service 101: Help Me Help You
Nostrovia: Moonshine Maker
The Farmer General: On the Subject of Cookies
Kitchen Insurgency: Looking for Laundry with Llamas
The Spinning Plate: On Being Satisfied

 

BEST FOOD HUMOR BLOG

WINNER: Bon Appétempt

FINALISTS
Food Junk
Anger Burger
The Food in my Beard
My Drunk Kitchen
Fancy Fast Food

 

 

BEST SPECIAL DIETS BLOG

WINNER: Nom nom paleo

FINALISTS
Roost
Pure
My Darling Lemon Thyme
Tartelette
Sodium Girl

 

 

BEST RESTAURANT/DINING COVERAGE

WINNER: Tiny Urban Kitchen

FINALISTS
Snap Food
Kevin Eats
The Ulterior Epicure
Judging Your Breakfast
Paris Patisseries

 

 

BEST GROUP BLOG

WINNER: Honest Cooking

FINALISTS
Punk Domestics
Culinate
Nona Brooklyn
Muy Bueno
Acqtaste

 

 

BEST CELEBRITY FOOD BLOG

WINNER: David Lebovitz

FINALISTS
Aida Mollenkamp
Gwyneth Paltrow/GOOP
Ree Drummond, The Pioneer Woman
Anthony Bourdain
Dorie Greenspan
Articolo originale: qui.

Un Tumblr che elimina dalle cover gli artisti scomparsi…

Scoprio grazie a un articolo su Rolling Stone di Marzo firmato da Michele Boroni questo Tumblr geniale, Live! (i see dead people) in cui vengono raccolte le immagini di album celebri ritoccate eliminando gli artisti che comparivano sulla copertina e che sono poi scomparsi… lo scopo sembra essere quello di criticare chi lucra sui brani degli artisti dopo la loro morte…

Mi aspetto ben presto di vedere altri cantanti celebri scomparsi più o meno recentemente come Janis Joplin, Amy, Whitney…  Ecco qui 3 immagini dal Tumblr.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.