Archivi del mese: febbraio 2013

Come diventare Papa spiegato in 5 minuti [VIDEO]

Annunci

Quando un’infografica ti aiuta in cucina

Come congelare gli alimenti, i tempi di cottura, le unità di misura… queste e tante altre cose utili in cucina in un’infografica da stampare e attaccare sul frigo di casa.

S.Valentino: 14 infografiche per gli innamorati

Un po’ fuori tempo massimo, ma come non scrivere qualcosa su S.Valentino. A questo link ecco la raccolta di tutte le 14 infografiche dedicate agli innamorati.

Billboard: un’infografica interattiva per scoprire le donne che hanno scalato la classifica dal 1985 ad oggi

Number One Ladies
Per vedere la versione interattiva, l’infografica originale è a questo link:

Vintage Spot: le pubblicità che non puoi dimenticare. Robiola Osella e scarpine Chicco

Capita spesso che mi torni in mente qualche vecchio spot* che mi fa venire tanta malinconia e mi ricorda che è passato tanto tempo da quando ero bambino.

Stasera me ne sono venuti in mente due indelebili, i motivetti musicali erano così azzeccati da rimanere ben saldi in qualche cassetto della mia memoria e riaffiorare poi all’improvviso nei momenti più inaspettati…e se li ho ancora in mente dopo tanti anni, vuol dire che queste pubblicità sì che funzionavano davvero!

Robiola Osella: alle fattorie…

Non sarò mica l’unico che si ricorda le parole dello spot della Robiola Osella? “Alle fattorie / nasce una bontà / Robiola Osella / Naturalità / Un antico amore / Che arriva fresco a te / Latte e Sapore

IL TRISTE BIMBO DELLE SCARPINE CHICCO

Oppure chi ha più o meno la mia età non può non ricordarsi la sensazione di essere davvero felice e fortunato mentre standosene a casa propria, al calduccio e coi propri genitori, vedeva in TV quel povero cristo del bambino dello spot della Chicco che, con le sua indistruttibili scarpine, se la girava in lungo in largo tra campi, mulini e fienili per poi ritrovarsi da solo fuori casa la sera con solo un cane a fargli compagnia. Ogni volta che guardavo questo spot mi veniva una tristezza infinita e mi chiedevo: “Ma dove andrà a dormire?”. Ma forse non tutti i bambini erano sensibili come me…

 

* Cos’è il post Vintage post? A gennaio 2012 è ufficialmente morta la mia TV. Compagna fin dell’infanzia di pomeriggi spensierati pieni di cartoni animati con intermezzi di buffi pupazzi parlanti, telefilm con risate registrate e consigli per gli acquisti (per dirla alla Mike Bongiorno), un giorno ha smesso di funzionare. La lucina rossa non si è più accesa.

Da quel gennaio 2012 sopravvivo grazie a libri, giornali, fumetti, ma soprattutto grazie a internet, che ha sostituito il vecchio televisore offrendomi in streaming o in replica quasi tutte le stesse cose tra cui potevo fare disinvoltamente zapping con il telecomando.

Sono lontani i tempi in cui per comandare bastava avere stretto in mano il proprio telecomando, come diceva Renzo Arbore nella sigla di Indietro Tutta. Oggi hai bisogno di un mouse o un trackpad o uno smartphone o un tablet e per forza di una connessione decente….

E proprio la nostalgia mi ha fatto venir voglia di rivivere quei tempi in cui il tubo catodico era il principe della dieta mediatica degli italiani. Allora ho deciso di dedicare una serie di post che chiamerò “Vintage Spot” alle vecchie pubblicità degli anni Ottanta e Novanta, vere protagoniste fin dagli albori della TV: per non dimenticarli, per sentirmi ancora come quando avevo vent’anni in meno, per sorridere rendendomi conto di quanto le cose siano cambiate….

LinkedIn festeggia i 200 milioni di iscritti #infografica

LinkedIn festeggia i 200.000 di iscritti con un’infografica, segnalandoti tra l’altro via mail se rientri nel 5% di profili più visitati del 2012.

LinkedIn raggiunge i 200 milioni di iscritti

LinkedIn raggiunge i 200 milioni di iscritti

Quali social network usano le mamme in Italia? #infografica

L’uso dei social network da parte delle mamme è in continua crescita: questo è quello che emerge da un’interessante ricerca svolta da Fattore Mamma condotta su oltre oltre 1.600 donne e mamme.

Probabilmente questa affermazione di apertura del post non sorprenderà molte persone (in effetti è una cosa che si potrebbe intuire visto che il trend è in linea con la crescita generale dell’uso dei social), ma è comunque interessante dare una lettura a qualche numero.

L’87,4% delle intervistate ha un profilo su un social network con una crescita del 17% rispetto ai dati emersi dall’analoga ricerca condotta nell’ottobre 2011 (Smart Research-FattoreMamma Power Moms). Facebook, Twitter e Linkedin rimangono i più diffusi (rispettivamente 97.9%, 39,6% e 28,1%) ma prendono sempre più piede Instagram (23,7%) e Pinterest (22,3%). Il grande assente dai risultati? Google +. Questi e tanti altri dati interessanti nell’infografica qui sotto.

infografica-mamme-creative