Archivi del mese: febbraio 2012

Glitter Mania?! Anche no, grazie

Non sapevo che glitterare le foto fosse qualcosa di cui si può sentire il bisogno, però forse in effetti ti dà un certo tono. Sul blog Imaniaci trovo un post che in maniera esauriente propone una carrellata di siti dove glitterare le proprie immagini è davvero a portata di pochi click! Ho deciso di provare Glitterfy, et voilat….che soddisfazione!

Annunci

Differenze sessuali tra chi usa Twitter e Facebook

Guardando questa infografica di Mashable che svela i 10 motivi per cui chi usa Twitter è più sexy di chi usa Facebook, noto due cose:

  1. ci sono più persone su Twitter che dichiarano di fare sesso una volta a settimana 55% contro 46% di FB
  2. su Twitter c’è una percentuale maggiore di persone  che credono di masturbarsi di più rispetto alla media degli altri esseri umani (specificherei dotati di mani) 26% contro 16% di FB

Questo secondo punto mi fa pensare una cosa: se mi si rompesse il pc in ufficio e dovessi usare la tastiera di un collega, preferirei usare quella di uno che non sa nemmeno cosa sia Twitter.

Youtube Trend – Agli uomini date il calcio, alle donne la musica

27 febbraio 2012, quali sono i video più visti su Youtube in Italia? La Youtube Trends Dashboard – che considera view e condivisioni nelle ultime 24 ore – conferma che è il calcio a guadagnarsi gran parte delle prime dieci posizioni in Italia tra i video più visti:

  1. Milan – Juve 1-1 Kickboxing Muntari
  2. Milan Juventus 1-1  goal annullati  Lite Conte Boban 
  3. Direttastadio 7Gold – (MILAN JUVE 1-1) PAREGGIO TRA LE POLEMICHE 

Tutti si riferiscono alla partita Milan – Juventus. Alla stessa partita si ricollegano anche gli altri video, in particolare 3 video che riprendono la telecronaca di Pellegatti che insulata Conti. Sempre all’insegna del buon gusto il video alla ottava posizione in cui Allegri manda affanculo Matri. Gli unici intrusi sono alla sesta posizione LMFAO – Sorry For Party Rocking (finalmente un po’ di musica) e al decimo CALL of NOOBS  – pausa videogioco –  del gruppo di videomaking indipendente The JackaL.

Dando uno sguardo invece ai 10 video con più view considerando solo gli uomini, le prime due posizioni sono sempre per Milan Juve, seguono subito dopo ancora LMFAO – Sorry For Party Rocking  e CALL of NOOBS  – pausa videogioco –. Tra le altre posizioni, solo al decimo posto si ritrova il calcio. Alla 5 Futura Francesca – Lo Spot  un film ispirato liberamente alle 7 storie vincitrici del primo Social advertising contest di Telecom Italia e ai mondi di fantasia creati da oltre 700 autori…ma che fine ha fatto una telefonata allunga la vita della SIP?! Segue un immancabile Gatto in cerca di coccole alle prese con una padroncina che si concede troppe pause, un video in cui una ragazza -penso russa – apre una noce con le natiche (che classe!), la sitcom targata Vodafone con Luca e Paolo Episodio 11 –  L’inganno della Torchio – 1 minuto e qualcosa e la polizia carica in porta nuova  (si parla della manifestazione NO TAV  a Torino).

Spostando l’attenzione ai video più visti dalle donne, il calcio lascia spazio alla musica (ai video musicale che le donne probabilmente guardano mentre i rispettivi compagni rimangono ipnotizzati dal pallone): la medaglia d’oro va a LMFAO – Sorry For Party Rocking, segue il brano sanremese di Arisa, ancora l’episodio della sitcom di Vodafone con Luca e Paolo e l’irresistibile (?!… a quanto pare) gattino già visto in una posizione un po’ più bassa nella classifica maschile. Segue l’ultimo video di Tiziano Ferro, uno con gli scontri a Porta Nuova, CALL of NOOBS  – pausa videogioco –, Futura Francesca – Lo Spot, Ligabue e chiude alla decima posizione uno di quegli atroci video sottotitolati in italiano, si tratta di Kelly Clarkson con Mi Manchi… (titolo originale: Because of You).

In 3 parole: calcio, musica e telefono! Il video di questa settimana che scelgo é:

Ecco lo screenshot dei Trend:

Youtube Trends - 27.02.2012 - Views

Enzo Paolo: il punto dincontro tra Isola dei Famosi e Signore degli anelli

L’innegabile somiglianza tra Enzo Paolo dopo essersi beccato una pelota in testa da Vladimir Luxuria e Gollum (è lui?) del Signore degli Anelli…

Anche questa e l’isola!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Arrivare al secondo 3:39 per vedere il momento del colpo di grazia. I tre minuti precedenti varrebbe la pena vedersi solo per godersi la Marini struccata.

L’incidente a Enzo Paolo durante la prova ricompensa – L’ISOLA DEI FAMOSI 2012

Leigh Bowery: una mostra da non perdere

Fino a metà aprile c’è una mostra che vale la pena vedere a Milano, presso la galleria Camera 16: si tratta di una mostra fotografica su Leigh Bowery, personaggio che ha colorato con la sua irriverente creatività gli anni Ottanta londinesi. Nato nel 1961, muore giovanissimo, a soli 33 a Londra. Trovo un’interessante raccolta di informazioni, immagini, video su di lui all’interno del sito www.leighbowery.net. Mi è piaciuto subito appena ho visto alcuni scatti della mostra su un giornale e non ho potuto fare a meno di andarci di persona. Dagli anni Ottanta ne è passato di tempo, eppure è evidente come ancora ci sia l’eco di quello che Bowery è stato. Performance artist, club creature and clothing designer e tanto altro, ha colpito grandi stilisti come Vivienne Westwood e Alexander McQueen, ha lavorato per Boy George… guardando questa raccolta di scatti trovati in rete che mi hanno particolarmente colpito, non posso fare a  meno di constatare come qualche eco del suo stile riviva ancora oggi, il primo personaggio che mi è venuto in mente guardandolo è sicuramente Lady Gaga.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Su Youtube si trova anche il film The Legend of Leigh Bowery

Trend – Sanremo domina incontrastato su Youtube il lunedì del dopo festival (20.02.2012)

Stando ai trend del dashboard di Youtube* , diversamente da come spesso succede il lunedì in Italia – giorno in cui in genere i video più cliccati sono quelli dei goal e delle partite di calcio – questo lunedì i video che hanno avuto più visualizzazioni riguardano Sanremo. Cosa che non sorprende, dato che 1) Youtube è utilizzato tantissimo per ascoltare la musica e vedere i video, 2)che Sanremo si è appena concluso con enorme visibilità mediatica 3) gli italiani saranno curiosi di ascoltare i brani protagonisti di questa edizione del festival per dire la loro, nel bene e nel male.

Sono proprio Emma, Arisa e Noemi a fare piazza pulita e popolare con i loro faccini super concentrati nel canto le prime dieci posizioni dei video più visti. Questo si riferisce alla classifica impostando i filtri di ricerca del dashboard considerando come Area geografica l’Italia; come fascia di età “Tutte le età” e mettendo anche a confronto i video più visti  in base al sesso: A) da donne + uomini; B) solo uomini; C) solo donne. Insomma, la curiosità è femmina, ma a prescindere dal sesso, le canzoni del festival per un motivo o per l’altro siamo tutti curiosi di ascoltarle!

Oltre ai video delle 3 mattatrici di questa edizione, troviamo alcuni altri momenti della kermesse: l’intervento di Alessandro Siani, la proclamazione della vincitrice e la performance di Celentano.Gli unici intrusi di queste classifiche sono: considerando i più visti da donne + uomini il video Direttastadio 7Gold – (CESENA MILAN 1-3); considerando invece solo il target uomini Napoli-Chelsea Spot Premium Calcio, entrambi al quinto posto. Nessuna sorpresa invece nella classifica dei 10 video più visti dalle donne, dove Sanremo detiene il monopolio assoluto.

Poco rilevanti invece le differenze considerando i video più condivisi, in cui spicca solo al decimo posto dei video più per il target donne  Scene di Sesso  del romano Guglielmo Scilla, alias Willwoosh, fenomeno di Youtube che sarà protagonista del prossimo film di Salemme  “10 regole per fare innamorare”.

Youtube Trends - 20.02.2012 - Views

* Da quanto apprendo da questo video del canale Youtube di eStrategy Internet Marketing Blog considera i dati relativi a:

  • condivisioni dei video nelle ultime 24 ore (su Facebook e Twitter)
  • visualizzazioni nelle ultime 24 ore dei video

Questi dati si riferiscono ai video caricati negli ultimi 28 giorni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Sanremo vince Twitter e su Twitter vince l’ironia (o la coprofagia?)

 

Se come dice anche LINKIESTA Sanremo 2012: il vero vincitore è Twitter, su Twitter a vincere è l’ironia. Twitterpedia raccoglie alcuni divertentissimi tweet della varie puntate, ecco uno dei miei preferiti:

Ogni volta che un Papaleo dice “tempo di merda”, un Morandi si eccita.

L’allusione è alla leggenda metropolitana che Gianni Morandi sia coprofago, che gira già da diversi anni in rete, così spiegata qui da Tuttogratis: Il tutto nasce dalla solita storia raccontata da un amico di un amico che avrebbe visto Gianni Morandi in ospedale sottoporsi ad una gastroscopia, che avrebbe rilevato la presenza di escrementi. I primi sospetti sarebbero stati accresciuti dal fatto che Morandi sarebbe stato visto, sempre in ospedale, con ferite alle mani e con le unghie marroni: il tutto provocato dalla sua mania di mangiare le feci?

Fondata o no, le tracce della notizia rimangono saldamente in rete e sono largamente diffuse: articoli su siti di informazione; discussioni sui forum, come questa che è iniziata il 13 novembre 2009 e si è conclusa il 20 aprile 2010 (oltre 5 mesi!);  pagine Facebook, come questa che oggi ha oltre 3.700 Like. Addirittura, come scopro qui, sul blog La Locomotiva:  se si cerca “Gianni Morandi” su Google, il primo suggerimento che da il motore di ricerca è: “Gianni Morandi coprofago”.

 

 

 

Fondata o non fondata che sia questa storia, una sola cosa è certa, come si dice di solito: se butti merda addosso a una persona, anche se dici cose infondate, un po’  di quella gli rimarrà di sicuro addosso. Forse nel caso di Gianni Morandi la cosa paraddossalmente gli potrebbe pure far piacere.

 

P.S. Qui un divertentissimo articolo di Bonsai.tv che raccoglie tutti i più esilaranti gruppi e pagine Facebook dedicati a Gianni Morandi.

Se scrivi “fuck” in un tweet…che succede? Lo scopro grazie ai fan di Bieber

Non penso proprio sia generalizzabile, ma questo almeno è quanto è successo a me. Capita molto spesso che guardando i trend topic di Twitter, trovo qualche voce misteriosa, che proprio non riesco a spiegarmi e a connettere a quello che sta succedendo nel mondo. Altrettanto spesso capita che poi indagando un po’ di più ricollego questi trend topic a qualcosa che riguarda Justin Bieber, per chi non lo conosce Wikipedia lo definisce “cantante, musicista e cantautore canadese”, nato nel 1994…insomma una sorta di adolescente prodigio che canta. In genere nascono dei trend topic grazie alle sue schiere di fan che lo idolatrano, i quali infilano il suo nome in qualche frase da twittare per dimostrargli quanto lo amano e poi la twittano e ritwittano come pazzi fino a farla diventare TT. Addirittura sempre da Wikipedia scopro che: “Nel settembre 2010, venne riferito che Bieber rappresenta il 3% di tutto il traffico di Twitter.”

Ma non c’è solo chi vuole bene al povero Justin, sempre stando a Wikipedia chi lo detesta si prodiga molto per minare la sua reputazione:

“La ricerca “Justin Bieber Sifilide” è stata in cima alla lista di Google Trends Hot Searches[7]; il suo account di Youtube venne violato da un hacker. Ricorrenti sono state le notizie che davano il cantante per morto in un incidente d’auto o che alla madre furono offerti 50.000 dollari per posare in topless per Playboy[40]. Nessuna notizia risultò veritiera, vennero tutte smentite da Bieber stesso sul suo account Twitter[40].”

Il suo account Twitter è diventato un vero e proprio house organ, ha oltre 17 milioni di follower, un numero pazzesco se pensiamo che l’Italia ha 60 milioni di abitanti, è come se quasi un italiano su 3 fosse un suo follower (e a questo punto mi guarderei intorno per capire chi potrebbe essere tra me e le due persone che ho vicino). Tra l’altro poco distante anche da Lady Gaga che ha circa 19 milioni di follower. L’account del piccolo Justin è anche un’inesauribile fonte di notiziabilità (vedi la notizia Justin Bieber usa Twitter per trovare donatori d’organi a una giovane fan, no comment anche qui).

Arrivo al punto.

11 febbraio 2012, muore Whitney Houston. Come prevedibile lei entra di diritto tra i TT con il suo nome, i vari Withney RIP, i titoli delle sue canzoni tra cui l’indimenticabile I will always love you, colonna sonora di The Bodyguar … Nel giro di poco tempo cosa trovo tra i TT?  Questo: We Will Always Love Justin

Non mi esprimo sul piano morale, ma che la morte di una vera cantante sia stata stupidamente strumentalizzata però mi sembra chiaro. Mi è venuto abbastanza naturale rispondere twittando (data: 12 febbraio): “We Will Always Love Justin” what the hell this is a fucking stupid idea! Please stop twitting this stupid thing.

Rieccomi al punto. Nel giro di due giorni mi hanno iniziato a seguire due avvenenti ragazze straniere con foto profilo in bikini, Tracy e Micha, la descrizione di quest’ultima in particolare consiste in ben poche ma chiare parole: I Like To Fuck ! con l’aggiunta di un link shrinkato su cui logicamente non ho voluto cliccare. Sicuramente account fake e sicuramente mi hanno seguito perchè ho inserito in un tweet la parola fuck… non indago sulle dinamiche che possano spiegare perchè questo succeda.

Ho riprovato a in seguito, il 15 febbraio ore 23.50, un tweet dicendo in un tweet ho scritto “fuck” e hanno iniziato a followarmi ragazze americane in bikini #provatelo e #fatemisapere magari a qualcuno  chissà se anche questa volta mi guadagnerò altre due fake bonazze straniere?

Sto sulla riva del fiume ad aspettare il cadavere del nemico che passi…intanto le due fake bonazze straniere sono scomparse, lasciando solo questo triste ricordo:

Sanremo…e gli account Twitter dei partecipanti [post scritto in due fasi]

Oggi -14 febbraio – inizia il festival di Sanremo, il 62°, a fare gli onori di casa Gianni Morandi (Internet non perdona: i motori di ricerca fanno sempre risaltar fuori qualcosa che vorresti dimenticare sul tuo conto, tipo questo nel caso di Morandi). Sono le 23.30 e avendo già dato qualche sguardo a Twitter noto che la manifestazione tanto attesa dagli italiani, più o meno come Miss Italia, ha già conquistato i trend topic di Twitter, in particolare si trovano: #sanremo; #celentano (super ospite); Luca e Paolo (anche loro sul palco dell’Ariston); #occupysanremo cioè la diretta del Fatto Quotidiano fatta da Federico Mello e Andrea Scanzi; Aldo Grasso, tirato in mezzo da Celentano che secondo l’account Twitter di Sanremo 2012 ha detto “Ci rattristiamo se un deficiente come Aldo Grasso scrive idiozie”, cosa che non ho sentito ancora con le mie orecchie però; poi alcuni partecipanti, cioè Renga, Fornaciari (Irene), Samuele Bersani e poi la spalla di Morandi, Rocco Papaleo. Nel giro di pochi minuti i TT sono già stravolti e inseguono i protagonisti che calcano la scena del teatro, lasciando spazio a Marlene Kuntz, Dolcenera, …

Fin qui tutto prevedibile, almeno abbastanza. Allora ho pensato di fare un piccolo esperimento e vedere come la kermesse influenzerà gli account Twitter dei partecipanti, potrei farlo anche con Facebook volendo, ma è tardi e ho sonno… quindi adesso (14.02.12 ore 23.55) riporterò qui sotto il numero di follower degli account Twitter dei principali protagonisti e poi aggiungerò di fianco il numero di follower a fine festival, il 18 febbraio 19 febbraio. Non c’è alcuno scopo vero e proprio, è puro cazzeggio e malsana curiosità. Probabile che questi account abbiano 2 follower in più alla fine di tutto ciò…

ECCO I BIG. Alcuni dei big l’account Twitter non ce l’hanno proprio, in alcuni casi è un vero peccato, come Loredana Bertè, che potrebbe regalare tweet davvero unici. Mi sembrva giusto considerare l’account ufficiale della kermesse, quella del presentatore e della sua spalla.

Prima rilevazione 14.02.12 ore 23.55 > Seconda rilevazione 19.02.12 ore 19.15

ED ECCO I GIOVANI. Spicca Alessandro Casillo, con oltre 7.000 follower che farebbero gola anche a Renga e Noemi.

Allora vediamo che succede…perchè Sanremo è Sanremo!
CONCLUSIONI [ scritte in data 19.02.12]. Emma Marrone vince con il brano “Non è l’inferno”. In finale anche Arisa (seconda) e Neomi (terza). Daniele Silvestri si aggiucia il premio della critica. Alessandro Casillo vincitore tra i Giovani.
E che succede su Twitter? Oggi pomeriggio ancora diversi trend topic legati al festival, tr cui Arisa e Noemi (Emma no…).  Svetta però un meritatissimo topic legato a Massimo Troisi, proprio oggi che è il giorno del suo compleanno.  Ma a festival concluso, di tutti questi account Twitter dei partecanti, quale ne ha giovato maggiormente (guardando solo il mero numero in termini di crescita di follower e senza entrare nel merito dei giudizi espressi dalle persone su Twitter)?
ECCO LA CLASSIFICA SECONDO (il mio calcolo su) TWITTER, considerando l’aumento del numero di follower e non il numero di follower in assoluto:
FUORI CONCORSO (non essendo un cantante): Rocco Papaleo: 11.186 > 28.450 = + 17.264
PRIMO POSTO: Emma Marrone: 14.742 > 21.952 = 7.210 Che risulta vincitrice anche in questo caso, considerata anche al visibilità notevolmente maggiore che ha avuto proprio in quanto vincitrice.
SECONDO POSTO: Nina Zilli: 5.872 > 11.905 = + 6.033
TERZO POSTO:  Gigi D’alessio: 77.388 > 83.092 = + 5.704
Arisa questa vota manca per poco il podio, posizionandosi subito dopo D’Alessio con + 5.301. Intorno ai +3.000 troviamo Renga, DolceNera e Carone.  Noemi si ferma a +2.412, nonostante il terzo posto sanremese. Tra i Giovani, il primato spetta al vincitore reale di questa categoria Alessandro Casillo con + 1.7090, seguito da Erica Mou + 1.279.
In entrambi i casi – VIP e Giovani – il vincitore reale corrisponde all’account che ha guadagnato il maggior numero di follower nel corso della kermesse, sicuramente complice la maggiore visibilità che i vincitori hanno sui media. Rocco Papaleo, forte di una costante presenza nel corso del festival, si distingue per il più alto numero di follower guadagnati. Le altre posizioni del podio invece sono conquistate da chi invece, nella realtà, sul podio di Sanremo non ci  è salito…
In pratica, CHI VINCE PIGLIA TUTTO, A SANREMO E SU TWITTER… gli altri, s’arrangino….

Ode al dito medio

Questa settimana è iniziata con un bel dito medio: l’attesisima performance di Madonna al Super Bowl (qui parte del video da Corriere.it) è stata allietata dal simpatico gesto di MIA, che a un occhio inconsapevole che vede per la prima volta queste immagini potrebbe passare assolutamente inosservato. Sfortunatamente gli occhi erano non so quanti milioni, era quindi prevedibile che non sarebbe passata inosservata …Mia lo sapeva bene.

Questo mi fa pensare a quanto sia usato il dito medio: politici, cantanti, attori, ma anche artisti. Talvolta volontariamente, talvolta no. Talvolte col significato che attribuiamo noi italiani (vaff…), talvolta senza tale intenzione.

Allora ho deciso di celebrare questo importante momento con una gallery che ripercorre alcune bellissimi momenti in cui proprio lui, smaltato o no, lungo o corto, destro o sinisto, è protagonista assoluto. Cattelan, Lady gaga, Umberto Bossi…non potevano aver nulla in comune se non essere alcuni dei personaggi che è possibile vedere in questa gallery. Buona visione….

Questo slideshow richiede JavaScript.