Archivi categoria: FACEBOOK: curiosità e novità dal libro delle facce

Come cambia Facebook giorno dopo giorno per chi ci lavora e per chi invece lo usa solo come passatempo. Le pagine più interessanti da seguire e le cose più curiose che succedono sul libro delle facce. Numeri e dati che spiegano come sta crescendo il social network fondato da Mark Zuckerberg.

Lo stato di Facebook nel 2012. Facts & Figures per rispondere a ogni tua domanda [INFOGRAFICA]

 

Vuoi sapere qualcosa su Facebook? La risposta è qui.facebook dati 2012 infografica-anteprima-600x7468-797018

Annunci

2012: classifiche, infografiche e applicazioni per salutare l’anno vecchio

Il primo post del 2013 è dedicato a classifiche, immagini, applicazioni e infografiche un po’ nostalgiche per rivivere l’anno appena concluso e dare il benvenuto a quello appena iniziato. Eccone alcune che secondo me vale la pena non lasciarsi sfuggire.

I TWEET PIU’ POPOLARI DEL 2012

La classifica dei tweet più popolari del 2012 creata proprio da Twitter: i due che hanno avuto più RT sono stati quello di Obama nel giorno della rielezione

obama

e quello con cui Justin Bieber ha dato l’ultimo saluto alla sua baby fan di 6 anni morta di cancro. La classifica completa è e disponibile qui: https://2012.twitter.com/en/golden-tweets.html

justin

I 20 CONTENUTI DEL 2012 CON PIU’ RISONANZA SECONDO STORIFY

Un’altra bella occasione di rivere gli ultimi 12 mesi ce la offre invece Storify, che ha collezionato i 20 contenuti presi dai social che hanno avuto maggiore risonanza. Anche in questo caso le elezioni americane conquistano molte delle posizioni top, anche se nel podio, subito dopo il primo posto del già citato tweet Four More Year di Obama, la seconda e la terza posizione sono occupate dal video tormentone di PSY GanGnam Style e la scarpa d’oro vinta da Messi. La lista completa realizzata da Storify è disponibile qui: http://storify.com/storify/storify-year-in-review-2012

storify

storify 2

WIRED E L’UMORE DEGLI ITALIANI SU TWITTER

Di sicuro bisogna ricordare la ricerca presentata da Wired sui giorni più felici e quelli più tristi del 2012 in base all’analisi dell’umore degli utenti di Twitter. Secondo i risultati presentati in anteprima sul sito della rivista si legge: Il giorno più felice? Il 16 maggio, quando scoppiava lo scandalo sulle paghette di Umberto Bossi e si celebrava la giornata contro l’ omofobia. Il più triste, invece, è stato il 23 luglio: lo spread toccava i 516 punti. Cliccando QUI è possibile leggere gli altri dati dall’articolo originale.

LE TUE FOTO DI FACEBOOK DEL 2012 IN UN VIDEO CON DUE CLICK GRAZIE A BEST OF 2012

Per i più nostalgici, tra le app sicuramente vale la pena provare Best of 2012 realizzata da Animoto per Facebook, semplice ma carina: permette di montare con un paio di click tutte le foto più commentate tra quelle che hai pubblicato nel corso dell’anno sul libro delle facce in un video con tanto di colonna sonora.

animoto

DUE INFOGRAFICHE DA VISUAL.LY PER DARE IL BENVENUTO AL 2013 E SALUTARE IL 2012

Visual.ly invece propone due infografiche: la prima che ci fa ripercorrere il 2012 selezionando per ogni mese dell’anno un avvenimento particolarmente importante. E visto che non resisto alle gif, eccola qui sotto.

Final_Final_Visually_HOLIDAY_CARD_by_Yiying_Lu_186340_580_1

La seconda invece è dedicata alle parole più utilizzate sui social network in occasione di capodanno e (più interessante) quali sono stati i buoni propositi più dichiarati per il 2013.

newyear

 Speriamo il 2013 inizi bene a questo punto…

Facchinetti usa Facebook per smentire Di Tutto sulla sua omosessualità

Una volta le smentite venivano fatte con una conferenza o un comunicato stampa, oggi per un personaggio come Francesco Facchinetti basta Facebook. Con ironia usa il proprio profilo per risponde alla copertina del settimanale gossipparo Di Tutto smentendo le voci sulla sua omosessualità. E io sinceramente credo a Facchinetti. E voglio credere al fatto che qualcuno possa amare il Gabibbo e Topo Gigio…

 

Facchinetti usa Facebook e Twitter per scalare la classifica su iTunes….per aiutare l’Emilia

Facchinetti (ai tempi DJ Francesco) ai social network ci crede davvero. Forse è quasi dipendente. In ogni caso è seguitissimo su Facebook e Twitter (@frafacchinetti) e ha deciso di puntare proprio sui canali social per promuovere questa canzone “Feel the Summer”. Il ricavato delle vendite sarà devoluto ai giovani dell’Emilia Romagna, come scopro dalla sua pagina Facebook.

Il post in cui Facchinetti presenta la canzone “Feel the Summer” su Facebook

Ecco il video, apprezzabile più che altro da chi ha il timpano avvezzo alla musica da disco (che poi mi chiedo, non potevano farla in Italiano?), un po’ in stile David Guetta di Fregene...ognuno giudicherà con le proprie orecchie e i propri occhi. Per chi non ama il genere, va ricordato che se la causa è buona un occhio (o un orecchio) un po’ lo si può chiudere….

Nelle note sotto il video si leggono tutte le informazioni sull’iniziativa, particolarmente interessante questa parte: Inoltre è stata impostata una campagna virale che coinvolge nomi noti dello spettacolo e che promette molte sorprese.Questo progetto vuol dimostrare che è possibile entrare in classifica su iTunes attraverso l’impiego dei social network come strumento di promozione e non utilizzando i canali di comunicazione tradizionali (radio/televisione).

Ambiziosi…ma in bocca al lupo!

I fast food su Facebook e Twitter. McDonald, Burger king e tanti altri in un’infografica

Le catene di fast food sono già presenti sui social network. Lavoro duro, visto che spesso le attendono al varco dei browser proprio le persone più critiche nei loro confronti, che non aspettano altro se non di poterle attaccare online dove queste aziende sono più esposte.

McDonalds, Burker King, Subway, Pizza Hut, Taco Bell…. non sono tutti presenti in Italia, ma è (quasi) impossibile  non averli mai sentiti nominare. In ogni caso, compaiono in questa infografica che illustra come le maggiori catene di fast food usino i social media. McDonald è forte di un grosso vantaggio iniziale rispetto agli altri per le sue ciclopiche dimensioni, anche se Burger King sembra molto agguerrito su Facebook. Questo e tanto altro da scoprire qui sotto.

 

Arriva la prima Barbie che riesce a stare in piedi da sola…e vuole diventare Presidente

Barbie I can be President

Barbie I can be President

Arriva la prima Barbie che sa stare in piedi da sola….alla precocissima età -se non sbaglio – di oltre 50 anni. In genere infatti Barbie cade se non viene tenuta costantemente con la mano, forse la nuova scarpetta ortopedica rinforzata che indossa nella foto qui sopra ha dato un decisivo contributo. E’ agguerritissima sui social network, si può trovare su Twitter e Facebook. In nome del politically correct è stata fatta la versione che strizza l’occhio alla famiglia Obama con l’amica di Barbie, Nikki.

Barbie I can be President...versione Niki

Barbie I can be President…versione Nikki

Sempre se questo non è uno scherzo…tutti i dettagli li racconta Mashable in questo video.

Che dire…la votiamo?

Eccola in versione cinguettante su Twitter.

L'account di Barbie su Twitter

L’account di Barbie su Twitter

La classifica dei posti più visitati su Facebook? In Italia vince il Colosseo

Mi era capitato proprio un paio di settimane fa di scrivere un post sui luoghi in cui in Italia vengono fatti più check-in tramite Facebook (La classifica dei primi 20 luoghi di Facebook in Italia: H&M batte il Made in Italy) utilizzando come fonte l’utilissima sezione dedicata del sito SocialBakers. Torno sull’argomento geolocalizzazione e affini perchè Facebook, come leggo da questo articolo su The Next Web, ha in questi ultimi giorni pubblicato la classifica dei posti in cui vengono fatti più check-in online. 

STOP. Passo indietro per rendere (spero) il post un po’ più comprensibile. [APRO PARENTESI]  Cosa vuol dire geolocalizzazione?

In pratica le persone malate di Internet e social media, i geek, le personalità digital super-ego che passano la vita a fare personal branding online, chi lavora nel mondo della comunicazione e categorie affini  (io rientro all’interno di -almeno – uno di questi gruppi, sono malato di geolocalizzazione) ogni volta che vanno in un posto devono farlo sapere a tutto il mondo, lasciare una traccia per dire ” Io sono qui!” usando un social network e dimostrare che riescono ad avere una doppia vita, offline e online.  Sì, perchè esistono social network che hanno la loro unica ragion d’essere nel fatto che le persone li usano per dire dove si trovano e basta. Dato che esitono dobbiamo usarli. Ad esempio in gergo tecnico molti fanno “check-in” su Foursquare, che è il social network per eccellenza in quanto a geolocalizzazione: in pratica quando sei in giro l’applicazione di Foursquare ti riporta tramite il cellulare la lista dei posti intorno a te, tu scegli quello dove ti trovi realmente e confermi di essere proprio lì. Molti Altri usano invece per dire dove si trovano l’analoga funzione Luoghi di Facebook (ho corretto usando solo Altri e non Molti Altri perchè non si è mai capito quante persone in effetti usino questa funzione di Facebook) . [CHIUDO PARENTESI]

Dicevo… Facebook ha in questi ultimi giorni pubblicato la classifica dei posti in cui vengono fatti più check-in online in 25 città. Facebook ha anche dato una bella ripulita a queste classifiche eliminando aeroporti e stazioni che sono i posti dove la gente fa più check-in (avrebbero reso le classifiche noiose).

Quali sono quindi i posti più visitati dagli utenti di Facebook?

…rullo di tamburi….

Stadi, luoghi pubblici, parchi giochi, centri commerciali,posti dove si tengono concerti, anche qualche catena di ristoranti. In pratica: i più tradizionali luoghi di aggregazione. Per simulare stupore di fronte a questa “inaspettata scoperta” dovrei avere l’abilità interpretativa della D’Urso.

Ad ogni modo, nonostante non ci sia nulla di sorprendente, ecco la simpatica cartina con i posti più visitati dai milioni di alter ego social di Facebook.  Per l’Italia troviamo il Colosseo.

Cliccare sopra l’immagine per ingrandire

Visto che l’argomento mi piace molto, ecco un’altra infografica sull’argomento trovata su Mashable. Questa volta però vengono considerate solo 8 città: Berlino, Londra, New York, Melbourne, Parigi, San Paolo, Seul, Tokio. Di ognuna di queste sono elencati i primi 5 posti più visitati. 

La classifica dei primi 20 luoghi di Facebook in Italia: H&M batte il Made in Italy

Social Baker ha alcuni strumentini utili e divertenti. Soprattutto perchè fornisce moltissime classifiche tra cui curiosare che io amo. Sono incappato nella pagina dove si possono trovare le classifiche dei Place (Luoghi) di Facebook (ancora in Beta) con il maggior numero di chek-in…in pratica noi italiani ad esempio possiamo trovare la risposta alla domanda:

Quali sono i posti in Italia in cui le persone fanno più check-in su Facebook? 

[Parentesi: non si è capito quante persone davvero usino i Luoghi del libro delle facce…però le classifiche mi sembrano sempre interessanti]

Quindi … quali sono i Luoghi più checkinati in Italia?

A prima vista ben poco di sorprendente: si notano solo aeroporti, stazioni, piazze o mete turistiche….e alcuni luoghi tipici dove si va a fare shopping.  

Cosa c’è di curioso? Che con tutti i nomi noti di catene di abbigliamento italiano ci sia proprio e solo H&M in questa top 20 dei Luoghi più visitati su Facebook. E poi si dice la forza del Made in Italy….

Classifica integrale a questo link:

www.socialbakers.com/places/country/italy/

Facebook: Privacy o non privacy? Questo è il dilemma…è giunto il momento di votare

Su 900 milioni di persone presenti su Facebook, affinchè il risultato sia valido almeno 300 milioni dovranno votare ed esprimere la loro preferenza sulla versione che preferiscono della Dichiarazione dei diritti e delle responsabilità del libro delle facce.

Privacy o non privacy, in soldoni questo è il dilemma…quanto Facebook potrà andare a scavare tra i nostri dati per poi presentarci delle miratissime pubblicità che sembrano magicamente leggerci nel pensiero? Se qualcuno ha qualcosa da dire, è il momento giusto per farlo. A questo link la pagina ufficiale dove votare:

https://www.facebook.com/fbsitegovernance/app_130362963766777

Tutti i principali social media in un’infografica…ma Google +?

Amo le infografiche. Amo soprattutto quelle sui social media. Quindi eccone un’altra bellissima scovata su Mashable che fornisce una serie di numeri molto interessanti sui più importanti social network.

A Google + è stato data solo una nuvoletta….

Altri post su infografiche e social media: